Banner progetto
 
 

ASTRI (acronimo di Astrofisica con Specchi a Tecnologia Replicante Italiana) è un progetto per lo studio da terra dei raggi gamma ad alte energie provenienti dal cosmo.
Questo progetto è sostenuto dal Ministero Italiano dell’Università e della Ricerca (MIUR) con dei fondi assegnati all’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) per coordinare la progettazione e lo sviluppo end-to-end di una nuova tipologia di telescopi Cherenkov: strumenti che osservano indirettamente i raggi cosmici rilevando i bagliori prodotti dal loro ingresso in atmosfera (prodotti per effetto Cherenkov).

I telescopi ASTRI presentano numerose innovazioni tecnologiche rispetto ad altri strumenti pre-esistenti.
Lo schema ottico è basato su una configurazione a due specchi denominata Schwarzschild-Couder (mai utilizzata prima d’ora in questo settore) e la camera di rivelazione è costituita da moderni sensori al silicio (SiPM), più compatti e leggeri di quelli tradizionali.
Queste caratteristiche rendono i telescopi ASTRI uno strumento all’avanguardia, la cui affidabilità è già stata dimostrata con il successo del telescopio prototipo installato a Catania, alle pendici dell’Etna.
Infatti, tale strumento ha completato con successo la fase di validazione tecnologica nel 2020, osservando una sorgente di calibrazione ben nota agli scienziati, la Nebulosa del Granchio.
Esso è stato chiamato "ASTRI-Horn", in memoria dell’astronomo Guido Horn d’Arturo, inventore degli specchi a tasselli.

Il telescopio prototipo ASTRI-Horn si trova presso la sede dell'Osservatorio Astronomico di Catania in Serra La Nave (Catania). Crediti: ASTRI

Il telescopio prototipo ASTRI-Horn si trova presso la sede dell’Osservatorio Astronomico di Catania in Serra La Nave (Catania). Crediti: ASTRI.

L'Astronomo Guido Horn d'Arturo ideatore degli specchi a tasselli. Il 10 novembre 2018 INAF ha dedicato il telescopio ASTRI al'Astronomo con una cerimonia e apposizione di targa. Crediti: ASTRI.

L’Astronomo Guido Horn d’Arturo ideatore degli specchi a tasselli. Il 10 novembre 2018 INAF ha dedicato il telescopio ASTRI all’Astronomo con una cerimonia e apposizione di targa. Crediti: ASTRI.

Febbraio 2022 - Completata la produzione dei primi tasselli per gli specchi dei telescopi da parte dell'azienda Media Lario di Bosisio Parini (LC). 400 e' il totale di pannelli che saranno prodotti. Una parte servira' per i 9 telescopi del Mini-Array ASTRI gli altri per i telescopi di taglia intermedia del Cherenkov Telescope Array. Da sinistra, Giovanni Pareschi PI del progetto ASTRI Mini-Array, Salvatore Scuderi Program Manager, e Nicola La Palombara Product Assurance Manager.  Crediti INAF-OAB.

Febbraio 2022 - Completata la produzione dei primi tasselli per gli specchi dei telescopi da parte dell’azienda Media Lario di Bosisio Parini (LC). 400 è il totale di pannelli che saranno prodotti. Una parte servirà per i 9 telescopi del Mini-Array ASTRI gli altri per i telescopi di taglia intermedia del Cherenkov Telescope Array. Da sinistra, Giovanni Pareschi PI del progetto ASTRI Mini-Array, Salvatore Scuderi Program Manager, e Nicola La Palombara Product Assurance Manager. Crediti INAF-OAB.

Dopo il successo di ASTRI-Horn, attualmente il progetto sta entrando nella fase di realizzazione del MiniArray: un gruppo di nove telescopi identici che osserveranno il cielo in modalità stereoscopica da Tenerife, alle Isole Canarie.
Questo osservatorio a raggi gamma fornirà un contributo importante all’astrofisica moderna, osservando con alta risoluzione le sorgenti di raggi cosmici nella nostra galassia.
L’importanza di questi studi è testimoniata dall’impegno internazionale nella realizzazione di un altro grande progetto simile, il Cherenkov Telescope Array (CTA).
Esso costituirà il più grande osservatorio gamma del mondo e sarà costituito da tre diverse tipologie di telescopi, una delle quali adotterà come struttura opto-meccanica esattamente il modello di ASTRI.

 
Immagine pittorica di ASTRI Mini-Array un gruppo di nove telescopi identici che osserveranno il cielo in modalita' stereoscopica da Tenerife, alle Isole Canarie. Crediti ASTRI

Immagine pittorica di ASTRI Mini-Array un gruppo di nove telescopi identici che osserveranno il cielo in modalità stereoscopica da Tenerife, alle Isole Canarie. Crediti ASTRI

Immagine pittorica del Cherenkov Telescope Array (CTA) il piu' grande osservatorio gamma del mondo che sara'
costituito da tre diverse tipologie di telescopi, una delle quali adottera' come struttura opto-meccanica esattamente il modello di ASTRI-Horn. I telescopi saranno dislocati in due sedi una a sud in Cile vicino a Cerro Paranal dove si trovano i telescopi dell'ESO - l'Osservatorio Europea Australe - e l'altra a nord a La palma nelle isole Canarie in collaborazione con l'Istituto di Astrofisica delle Canarie. Crediti: CTA.

Immagine pittorica del Cherenkov Telescope Array (CTA) il più grande osservatorio gamma del mondo che sarà costituito da tre diverse tipologie di telescopi, una delle quali adotterà come struttura opto-meccanica esattamente il modello di ASTRI-Horn. I telescopi saranno dislocati in due sedi una a sud in Cile vicino a Cerro Paranal dove si trovano i telescopi dell’ESO - l'Osservatorio Europea Australe - e l’altra a nord a La palma nelle isole Canarie in collaborazione con l’Istituto di Astrofisica delle Canarie. Crediti: CTA.

 

L’INAF-Osservatorio Astronomico di Brera ............

 
Il team INAF-OAB e ENTI coinvolti
 
 
Giovanni Pareschi - PI del progetto
Rachele Millul - Coordinatrice dell'Ufficio di Supporto
Vincenzo Cotroneo - Test e caratterizzazione degli specchi
Simone Iovenitti - Simulazioni e set-up del telescopio
Lara Nava - Scienza (Gamma Ray Burst)
Gabriele Ponti - Science (Galassia)
Ennio Poretti - Direttore del TNG e della FGG supporto ad ASTRI Isole Canarie
Patrizia Romano - Scienza (extragalattico)
Giorgia Sironi - Responsabile degli specchi e del set-up del telescopio
Gianpiero Tagliaferri - Scienza (extragalattico & Gamma Ray Burst)
Fabrizio Tavecchio - Scienza (Gamma Ray Burst)
Stefano Vercellone - Scienza (extragalattico & Gamma Ray Burst)
Roberto Della Ceca - Scienza (Direttore INAF-OAB - extragalattico)
Loghi partecipanti al progetto Link al portale MIUR Link al portale INAF Link al portale IAC Link al portale TNG Link al portale USP Link al portale NWU
 
 
Crediti pagina web: G. Pareschi - M.R. Panzera