• I cieli di Brera 2017 - conferenze

    • 13 settembre 2017 - ore 18.00


      icona freccia

      Dove

      : Sala della Passione - Palazzo Brera, via Brera 28
      icona freccia

      Relatore

      : Roberto Della Ceca INAF OAB
      icona freccia

      Titolo

      : L’astrofisica italiana nello spazio
    • Presentazione dell’incontro Immagine conferenza - I cieli di Brera


      Il 15 Dicembre 1964, con il lancio di San Marco 1, l’Italia entra nel’era "spaziale", terzo paese dopo USA ed Unione Sovietica a lanciare, con proprio personale, un satellite. Da allora sono stati fatti degli enormi progressi (inimmaginabili a quel tempo!!!) in tutti i campi del settore "spaziale", dalle telecomunicazioni all’osservazione della Terra, dall’osservazione dell’Universo all’esplorazione robotica del nostro sistema solare e così via. Il contributo italiano è sempre stato rilevante, a volte in posizione di leadership riconosciuta a livello internazionale. Nella conferenza verranno ripercorse le tappe fondamentali dello sviluppo dell’astrofisica spaziale in Italia dai primi anni 50 fino ai giorni nostri, utilizzando anche materiale di archivio apparso sui media e/o materiale filatelico.
    • Roberto Della Ceca Immagine Roberto Della Ceca - I cieli di Brera


      Primo Ricercatore dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e Coordinatore Nazionale delle Attività Spaziali dell’INAF. Ha conseguito il dottorato di Ricerca in astronomia presso l’Università degli Studi di Bologna nel 1993 e, successivamente, ha lavorato alla John Hopkins University (Baltimora, USA). Dal 1996 ha una posizione permanente presso l’Osservatorio Astronomico di Brera. Si interessa di astrofisica delle alte energie, principalmente con studi legati ai buchi neri super-massivi presenti nei centri delle galassie. Svolge attività di referee per diverse riviste internazionali di settore ed è stato membro sia di commissioni di concorso (bandite dall’INAF e dall’ASI) per assunzione di personale che di commissioni per la valutazione di programmi scientifici. È autore di circa 130 pubblicazioni su riviste internazionali con referee.